Thursday, November 09, 2006

ramona cordova



ramona cordova è di sicuro uno dei nomi nuovi e più interessanti di una certa scena folk e si muove su coordinate care a devendra , le stesse cocorosie , walt disney e canterbury.

già si sprecano le leggende sul suo conto, di sicuro si sa che Ramòn Vicente Alarcòn è nato nel 1984 in Arizona. Di origine spagnola e portoricana da parte paterna, e haitiana e delle Filippine da parte materna, Ramòn scrive musica dall’età di 11 anni. Dopo essere stato in varie band, tra cui i Denver in Dallas, ha iniziato a scrivere THE BOY WHO FLOATED FREELY dopo avere assunto il nome di sua nonna materna, RAMONA CORDOVA.

Quando Ramòn era ancora un bambino, suo padre per farlo addormentare cantava vecchie canzoni e suonava la chitarra, e se non riusciva a dormire sua nonna gli dava un bicchiere di latte caldo e gli sussurrava all’orecchio delle ninnananne in spagnolo.

tutto questo porta ad un album fiabesco ispirato a biancaneve pinocchio e oliver twist, dominato dalla sua inconfondibile dolcissima e sensuale voce di bambino/a.

I francesi, che di solito su certe cose ci azzeccano, l'hanno adottato, facendone un piccolo culto.(gabriele ferraris - la stampa)

ideale per scaldare le ossa durante il gelido inverno o l'anima nel triste autunno

14 Comments:

Anonymous dIEGO said...

come dice Chris:
serata da Calamari.
Ed io con loro.

1:54 AM  
Blogger dust said...

..il genere Americana verrà un giorno definito inspiegabilmente come "musica da calamari.."

3:48 AM  
Anonymous Anonymous said...

dust for post!

7:12 AM  
Blogger borguez said...

To Ramona!

7:35 AM  
Anonymous Hank said...

@ Dust: O "musica da scampi", da cui, in inglese, "(S)camp Music" (ehm)

E comunque:

In venti righe, nell'ordine: Cocorosie (aaargh!), Walt Disney, Biancaneve, Pinocchio, Oliver Twist, nonna, ninnananne, latte caldo, dolcissima, voce da bambina. Nonché una ragione sociale che, come rileva Borguez, riecheggia l'unica canzone noiosa scritta da Dylan in quarant'anni di onorata carriera. Beh, sulla carta, ci sono tutti i presupposti per caramellare i coglioni persino a Shirley Temple...

7:41 AM  
Blogger dust said...

non svegliate il cane che dorme

8:02 AM  
Anonymous mr.crown said...

hank mi trovi d'accordo, ma forse questa è l'eccezione che conferma la regola. il ragazzo è carne fresca.

8:10 AM  
Anonymous Adoratrici del Crown said...

siamo indignate dalla censura

8:38 AM  
Blogger dust said...

..carne giovane e fresca.. probabilmente a fine concerto verrà acceso il camino nel backstage e Ramona verrà sacrificato alle divinità degli abissi

8:49 AM  
Blogger pressapoco said...

I francesi, che di solito su certe cose ci azzeccano, l'hanno adottato, facendone un piccolo culto

...siete certi si riferisca a Ramona e non a qualcun'altro!

9:44 AM  
Blogger borguez said...

sto ascoltando radio grenouille in streaming e la trasmissione dalle 18 alle 20 ha un titolo quantomeno inquietante... KALAMAZOO

Incredibile...è un corto circuito!

10:26 AM  
Blogger mr.crown said...

caro press, quando ho trovato la nota sui francesi non ho saputo resistere. assolo di kazu?!

11:29 AM  
Anonymous dIEGO said...

Press: Ti riferisci al culto che si consuma in una sala del Louvre o in casa Cassel?

10:19 AM  
Blogger pressapoco said...

Anche in casa Cassel si adora il kazoo?

2:04 AM  

Post a Comment

<< Home