Tuesday, October 17, 2006

kinky friedman


forse alcuni di voi ricorderanno la nostra segnalazione e il nostro appoggio all'annuncio della campagna elettorale di christopher walken per le presidenziali usa del 2008. morphine ed io ne abbiamo addirittura acquistato on-line la t-shirt "vote for walken". ora , fonti attendibili rivelano trattarsi di una bufala. tutto sommato non mi importa granchè e personalmente dovessi votare lo farei comunque per walken. sarebbe comunque l'ennesimo voto contro.

nel frattempo però abbiamo scovato un altro candidato degno dell'attenzione dei calamari. trattasi di tal kinky friedman: texano, ebreo, sessantunenne, ma anche cantante, cowboy, scrittore di romanzi gialli, ed ex cocainomane. e questa volta si fa sul serio.
l'america, tutto sommato ci regala sempre nuovi eroi e continua ad alimentare la nostra vacillante voglia di sognare.
partendo da un articolo della stampa di lunedì a firma maurizio molinari vengo a conoscenza di questa bizzarra candidatura alla poltrona di governatore del texas. inizio la mia ricerca in rete e scopro un personaggio a tutto tondo e mi chiedo come sia possibile non essermi imbattuto nella sua storia prima di oggi. il materiale è sufficiente per aprire un blog monotematico per cui mi ripropongo di affrontare l'argomento in più episodi.

in italia ad esempio i suoi libri vengono pubblicati da feltrinelli e la breve bio recita esattamente così:
Richard Friedman, detto "Kinky" (Chicago 1944), è un ex musicista country, autore di canzoni satiriche e provocatorie di successo negli anni settanta, che hanno trovato il consenso tra gli altri di Bob Dylan, Waylon Jennings e Willie Nelson. Nel 1986, abbandonata la sua rurale Kerrville, in Texas, si trasferisce al Greenwich Village, a Manhattan, e si esibisce regolarmente al Lone Star Café, un locale country. Comincia a scrivere gialli, conquistandosi ammiratori come Bill Clinton e Nelson Mandela. Ora è tornato in Texas dove vive in un camper color "broccolo" insieme a vari gatti e a un armadillo e non lo si vede mai senza il cappello da cowboy, gli occhiali da sole e un sigaro tra i denti.

altrettanto interessante la sinossi del suo "a new york si muore cantando" che lo erge immediatamente allo stato di idolo indiscusso:
Sotto i colpi del serial killer cadono uno dopo l'altro tre cantanti country, ai quali l'assassino spedisce le canzoni di Hank Williams come invito a cena con delitto. Il caso sarà complesso e faticoso e la sua soluzione, studiata e casuale al tempo stesso, assolutamente logica e del tutto impensabile, oltre che dolorosa.

altri romanzi: "elvis, jesus& coca cola".

ma kinky friedman è anche un folk singer di valore assoluto al punto che per promuovere la sua campagna elettorale è appena stato dato alle stampe un cd-tributo dall'eloquente titolo: "why the hell not... kinky friedman" Tributo al futuro governatore del Texas , Mr Kinky Friedman . Bella edizione in digipak dove la crema dell'alternative country Texano , assieme al alcuni grandi , paga doveroso tributo al cantautore . Lyle Lovett , Dwight Yoakam , Kewin Fowler , Charlie Robison , Jason Boland and the Stragglers , Todd Snider , Bruce Robison & Kelly Willis , Willie Nelson , Asleep at the Wheel & Reckless Kelly , Delbert Mc Clinton . Humor , grandi canzoni e Texas .

la sua hit più famosa si intitola: "They Ain't Makin' Jews Like Jesus Anymore" e dichiara che in comune con gesù oltre alla religione ha il fatto di non aver mai avuto un lavoro fisso nè una casa nè una moglie e di aver invece passato il tempo ad andare in giro per le campagne a dire cose irritanti.

kinky friedman si candida come indipendente ed attualmente gli exit poll lo danno al secondo posto dietro all'attuale governatore rick perry

bill clinton è con lui
bob dylan è con lui
nelson mandela è con lui
willie nelson è con lui
i calamari sono con lui.

per saperne di più: www.kinkyfriedman.com
fine prima parte.

8 Comments:

Blogger pressapoco said...

Questa volta facciamo sul serio! Se lo avessi dovuto immaginare sarei stato molto più impreciso! Esiste una compilation del 1998 (in tempi non sospetti, dunque!), e allora vi era anche Waits che canta "Highway Cafè".
Così come nell'antico testamento si annunciava, per voce dei profeti, la venuta del Cristo!

9:05 AM  
Blogger pressapoco said...

...e c'era anche Chuck E. Weiss!

9:11 AM  
Blogger Morphine said...

come non semplicemente adorare qualcuno che si appella kinky?? Idolo

10:31 AM  
Blogger mr.crown said...

ho corretto, kinky ha 61anni e non 51

3:05 AM  
Blogger pressapoco said...

I went downtown
I saw Miss Brown
She had brown sugar
All over her booga-wooga

I think I might join the fun
But I had to hit and run
See I just can't settle down
In a kinky party of town

Ride on! Don't you know I've got to ride on, oh baby
Ride on! See I just can't settle down
Ride on! OH, I'm a leavin' town

Kinky reggae, take me away!
Kinky reggae now!
Oh, kinky reggae!
All I've got to say....
Kinky reggae, now!
Kinky reggae, now! It's gonna be kinky reggae
Kinky reggae, now!


Anche Marley è con lui!

5:46 AM  
Anonymous diego said...

manco a dirlo, anch'io sono con lui.

Dopo Reagan, Schwarzy... lasciate avere anche a noi sogni di madida e polverosa gloria. "Last night I had a dream" cantava Robin Proper-Sheppard con tanto di artefatta raucedine. Il mio sogno premonitore vede tra una dozzina d'anni Kinky Friedman for president, e questo 'strano' individuo Kentucky's governor.

12:47 PM  
Anonymous miss.D said...

Come non essere totalmente d'accordo con te Diego!

2:10 PM  
Anonymous mr.crown said...

per will credo che giocheremmo tutte le carte in nostro possesso.

"...but you only see me in bad dreams..."

3:34 PM  

Post a Comment

<< Home