Saturday, March 03, 2007

...en attendant Cody!

lo aspettiamo e non giungerà... lo aspetteremo ancora, invano. cinque anni di separazione e di lontananza, di attese e falsi movimenti. anni pieni e vuoti, anni di silenzi inspiegabili e promesse vane. the headphone masterpiece ci ha lasciati orfani di una desiderio, del suono primordiale della black music, di qualcosa di ruvido e sporco, qualcosa che sfugge e graffia, di una musica nuda e essenziale. un quattro piste vintage e la melodia in pugno, una voce che diviene seta e catrame e l'idea folle di mccartney in jamaica al sole di kingston, di un quincy jones in acido che produce sly e di dylan in completo cangiante che danza con i temptations! 36 cioccolatini assortiti, 36 savoy truffle deliziosi e pregiati!
ma la presunzione non ammette repliche, impossibile procedere oltre su di una strada sulla quale si è piantato il vessillo ultimo di ciò che è definitivo, impensabile costruire se ci si appicca il fuoco alle spalle e ci si cosparge il capo di disordine... inaudito dare seguito a tanto sconforto e a troppa passione!
cody chesnuTT oggi è uno studente di dio, un adoratore del vento e del sole, un padre e un marito... è tempo di ripartire per un viaggio introverso, contro il fluire irreversibile della disgrazia umana, verso le radici d'africa, come un griot postmoderno che si nutre di oralità e canti devozionali... the live release è il nuovo verbo, incerto e impreciso, dai confini che si confondono e pervaso da circolarità e mantra soul.
ogni attesa è vana, comprende in sé l'inutilità dell'attendere e lo sgretolarsi del tempo, dei giorni perduti aspettando cody!

3 Comments:

Anonymous cappuccio said...

BLACK is the color.

6:21 AM  
Blogger pressapoco said...

...of my true love's hair!

7:21 AM  
Blogger dust said...

something's holdin' me back, is it because I'm black (squid)?

2:24 AM  

Post a Comment

<< Home