Thursday, December 21, 2006

Nehemiah Curtis "Skip" James

...c'è odore di zolfo tutto intorno, scricchiolii, corde di chitarra spezzate e c'è una voce acuta, strascicata e drammatica, ci sono accordi minori che sanguinano in un fingerpicking che penzola come un cappio ...e polvere agli incroci e sulle scarpe, bourbon e pantaloni lisi, devil got my woman e l'ospedale psichiatrico, una chitarra da 2 dollari e cinquanta cents!
nel gennaio del 1966, a 64 anni, entra in studio a new york per registrare Skip James: Today! per la vanguard. john fahey era il timido ragazzo che fece succedere tutto questo, tim buckley rimase incredulo, nick drake arriverà solo poco dopo! non possederlo è la dannazione, un disco dei calamari... ascoltatelo fra trent'anni per comprenderne un po' della sua grandezza!

Mississippi John Hurt and Skip James, Newport Folk Festival, 1964






21 Comments:

Blogger mr.crown said...

il tuo post cado a fagiolo dear press, visto che mi sto immergendo nelle antologie di harry smith.

per dust. sto sistemando casa.

2:51 PM  
Blogger mr.crown said...

cado, come direbbe un cinese sulla riva del fiume

2:52 PM  
Blogger mr.crown said...

press ogni volta che posti tu io il blog lo vedo sottosopra

2:53 PM  
Blogger pressapoco said...

...se era un complimento, lo accetto!

...ireniramalac!

3:53 PM  
Blogger mr.crown said...

sei sempre una bella penna vecchio, ma intendevo proprio che lo visualizzo diversamente. bah.
ho provato anche a ripubblicare ma non cambia niente.

5:17 PM  
Blogger pressapoco said...

allora mr.crown modifica, taglia, sputa, salta, scompari e ricuci, benedici e incolla, compatta e edita e poi ritorna a rivoltare! ma sottosopra mi piace!

10:22 PM  
Anonymous Anonymous said...

Mi pare che oggi festeggiate il compleanno e non lo cagate neppure! Mah!

7:26 AM  
Blogger dust said...

Parli del compleanno del blog? quello è il 27 dicembre, personalmente lo festeggierò da calamaro nero lesso in una piscina termale in toscana.. poi il 5 gennaio gransuarè di gala chez bronson.. ricchi premi e cotilions..

7:43 AM  
Blogger Morphine said...

e comunque non siamo gente da ricorrenze (se non quelle di nascita e morte (e miracoli)) di Fedor Michajilovic

8:51 AM  
Blogger pressapoco said...

...i calamari non celebrano e negano di essere mai nati, negano di essere stati e negano di poter negare!
...per voi è passato uno spazio che chiamate tempo, che misurate con i minuti che tenete ai polsi e che noi vediamo solamente come il segno della prigionia!
...i calamari non se ne sono mai andati e non sono mai tornati sul luogo del vostro delitto, semplicemente lì eravamo e lì siamo restati! ...e abbiamo visto!
...confondiamo il giorno con il giorno e la notte con il ritorno, il buio assomiglia a una luce profonda e subacquea e ha odore di sale!

...i calamari neri non esistono!

10:47 AM  
Blogger mr.crown said...

press ci dai troppo dentro con quei funghi. e poi lo sai: la grappa con lo stronzo dentro manda nello spazio.

7:49 PM  
Blogger pressapoco said...

...quella grappa tira fuori lo stronzo che è in me!

10:06 PM  
Anonymous il dottore said...

press: prendi un'aspirina

3:33 AM  
Anonymous Richard P. Feynman said...

Hei borguez, ti è piaciuto il concerto ieri sera?

5:39 AM  
Blogger Morphine said...

Feynman, Borguez lo trovi su un altro blog...

6:41 AM  
Anonymous Richard P. Feynman said...

si lo so, ma spesso passa di qui. Viene a prendere l'aria da insuflare dentro il kazoo.

10:50 AM  
Blogger mr.crown said...

feynman stai facendo confusione. è tutta colpa di quei babbi natale che si arrampicano sui balconi. lo so che ti fanno impazzire, ma non ti preoccupare, passerà

10:57 AM  
Blogger pressapoco said...

la notte ha portato una promessa affogata nel laphroaig e per questo sacrosanta... il sacerdote nero fra di noi, non nel tempio, ma nella tana dei calamari ad attendere il natale nero!
credo vorrà estrarre personalmente i numeri della tombola e commentarli come una torah nella sinagoga, credo vorrà parlarci e indicarci le strade buie e polverose da percorrere...

...dimenticate i doni e i balocchi, dimenticate le strenne e le libagioni, il sacerdote nero è fra noi!

6:25 AM  
Anonymous mr.crown said...

mi metto le mutande pulite.

6:47 AM  
Blogger pressapoco said...

...basta girarle, crown!
...io invece, per l'occasione, le metterò!

7:00 AM  
Blogger Morphine said...

wow

7:19 AM  

Post a Comment

<< Home